Urna Bios, la seconda vita come albero

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

Fermi tutti, so cosa diventerò da grande: un albero!

No, non sto scherzando, dico davvero. E intendo molto grande, tipo… dopo la mia morte.

Lo farò grazie al designer spagnolo Martin Azua che con il suo Urna Bios l’ha reso possibile.

lo so, putroppo il filmato è disponibile solo in inglese o spagnolo!

LEGGI ANCHE: Tentsile: chi ha detto che non si può campeggiare sugli alberi?

Cos’è Urna Bios?

L’invenzione del secolo direi, ma in via pratica, si tratta di un un’urna funeraria completamente biodegradabile, atta ad ospitare le ceneri di un essere umano o di un animale ed il seme di albero.

Come funziona? Il seme germoglia, traendo le sostanze nutrienti dalle ceneri che sono mescolate con torba compattata, cellulosa e noce di cocco.

Si può parlare di una seconda vita… come albero.

ProcessoUrnaBios1

Ovviamente è importante che questa ‘trasformazione’ avvenga correttamente, così il sistema di nutrienti ed irrigazione è accuratamente studiato e persino controllabile da un’app.

E’ possibile scegliere l’albero che si vuole far crescere, ovviamente.

Quanto ai prezzi: iper modici, si va dai 99 ai 140 dollari.

Questo il video di presentazione del progetto usato per la raccolta fondi kickstarter (sì, solo inglese, ma il sito è tradotto anche in francese e spagnolo!)

Si tratta di un modo tutto poetico di dare valore alla vita, anche in una società come la nostra dove parlare di morte è per molti un tabù.

Pensateci, durante tutta la vita ci siamo scambiati con il pianeta aria, nutrimento… siamo già parte del tutto e sarà comunque alla terra che torneremo, perché non farlo in un’esplosione di vita e fiorire ogni primavera?

= Dopo la vita, c’è sempre amore