Una bicicletta ecologica, possibile? Da oggi sì, con Boske

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

Avete mai pensato di assemblare una bicicletta come fareste con un modellino in Lego? Da oggi è possibile con Boske. La sua particolarità è quella di non essere assemblata in fabbrica: viene infatti venduta in pezzi dentro ad una scatola ed è del cliente il compito di assemblarli, uno per no.

Una vera e propria bicicletta a impatto zero quindi, sia per la scelta dei materiali che per l’assemblaggio delle diverse parti, affidato al cliente. Secondo il suo inventore, Dan Gestoso Rivers, saltare la fase di montaggio permette di risparmiare tempo ed energia con un conseguente beneficio per l’ambiente.

A questo si aggiunge poi la sostituzione dell’alluminio con il legno e la realizzazione delle parti metalliche attraverso il recupero e il riciclo delle lattine: due aspetti che rendono Boske decisamente ecocompatibile.

Per ora la bicicletta è ancora un prototipo e non si hanno notizie certe riguardo la sua distribuzione: Gestoso ha però dichiarato di essere al lavoro per cercare di migliorare ancora il telaio in legno.

 bicicletta-materiale-riciclato-legno-lattine-smontabile-boske-4-640x404

Ma un’altra risposta eco-friendly ci arriva anche dall’agenzia spagnola Lola Madrid che ha proposto di salvare i pezzi di vecchie auto dalla discarica e farne pezzi per delle biciclette, perchè riciclare è un valore importante che troppo spesso ignoriamo.

Il risultato è Bicycled, una due ruote realizzata interamente a mano e su misura, ottenendo dei pezzi unici di inestimabile valore. Anche in questo caso purtroppo non è ben chiaro quando saranno disponibili sul mercato.

Passando poi alla fascia basso costo, troviamo l’idea dell’israeliano Izhar Gafni. Il quale lo scorso ottobre è riuscito a dimostrare pubblicamente come sia possibile costruire una bici di cartone riciclato: robusta, ignifuga, impermeabile e perfettamente funzionante. Dopo una manciata di mesi l’idea comincia a prendere una forma reale, tanto che la bici di cartone sarà presto in commercio, a un prezzo allettante e competitivo: soltanto 10 euro. Le prime biciclette saranno distribuite nel marzo del 2015.

cardboard-bicycle-628

La Cardboard Technologies, la società che vanta l’invenzione, ha lanciato una raccolta fondi su Indiegogo per poter avviare la produzione. L’obiettivo è ambizioso: occorre raccogliere due milioni di dollari nei 45 giorni disponibili; chi offrirà almeno 290 euro si guadagnerà il diritto di essere tra i primi a ricevere una bicicletta di cartone, una volta che questa sarà in commercio. Oltre al cartone, nella produzione della bicicletta entrano altri materiali riciclati, come le bottiglie di plastica e gli pneumatici.

Immaginate un’epoca in cui ogni prodotto di plastica o di cartone che viene gettato contribuisce alla creazione di una bicicletta, una sedia a rotelle o un giocattolo

spiega Gafni, e noi ce lo immaginiamo e gli auguriamo con tutto il cuore di riuscire nel suo progetto che rappresenterebbe un bel passo avanti per tutti noi.