Una rosa dei venti, per trovare la propria direzione

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

Oggi parliamo della rosa dei venti.

Simbolo controverso e dalle molteplici chiavi di lettura, rappresenta in primis la provenienza dei venti.

La più semplice è a quattro punte, corrispondenti agli altrettanti punti cardinali: Nord, Sud, Est e Ovest.  Omero pare essere stato il primo che nel libro V dell’Odissea elenca i quattro venti principali: Borea, Euro, Noto e Zefiro.

Secondo alcuni le origini sono da cercare nella storia irlandese, secondo altri l’immagine si è diffusa a partire dalla Repubblica di Amalfi, ai tempi delle Repubbliche marinare.  Di certo la rappresentazione più antica di rosa dei venti giunta fino a noi è quella che compare sull’Atlante catalano realizzato probabilmente da Abraham Cresques, oggi conservato alla Biblioteca Nazionale di Francia.

Qualunque fosse la sua origine prima, i marinai di tutto il mondo hanno cominciato a credere che potesse essere di buon auspicio per la navigazione in acque insidiose, potesse dare loro protezione e guidarli verso la loro destinazione e poi di nuovo a casa.

La grafica della rosa dei venti segue un progetto base: i quattro punti cardinali sono collocati nelle loro posizioni appropriate attorno ad una base circolare. L’interno della rosa è tipicamente riempito con una stella che, come abbiamo già detto, rappresenta la Stella Polare, principale strumento di navigazione usato per secoli dai marinai.

Simbolo ispirato all’ottonario, ossia all’entità numerica e simbolica rappresentata dal numero 8 che riassume l’equilibrio costruttivo delle forme, dei temperamenti e delle energie cosmiche.

La rosa dei venti ha anche un accezione filosofica molto profonda, simboleggia il centro di noi stessi e di tutte le cose. Facilmente collegabile al concetto del 4° Chakra o Chakra del cuore, trova l’equilibrio tra la parte superiore e la parte inferiore del corpo, tra quella anteriore e quella posteriore, interna ed esterna, mente e corpo.

Nel c0rso della storia è stata simbolo di ricerca interiore, di lotte per l’affermazione come quella della comunità gay e persino di movimenti negativi come quelli razzisti.

A me personalmente piace molto, è un’immagine a cui sono legata affettivamente.

AF0053-56233_944

Mi sembra duro pensare che il rumore del vento tra le foglie non sia un oracolo.

Simone Weil

 

La grafica della rosa dei venti segue un progetto base: i quattro punti cardinali sono collocati nelle loro posizioni appropriate attorno ad una base circolare. L’interno della rosa è tipicamente riempito con una stella che, come abbiamo già detto, rappresenta la Stella Polare, principale strumento di navigazione usato per secoli dai marinai. – See more at: http://www.tatuatori.info/blog/articoli/significato-dei-tatuaggi-la-rosa-dei-venti#sthash.RSQtEW4p.dpuf
origini di questo tattoo si attribuiscono alla storia irlandese, ma non con estrema certezza dato che, dopo alcuni ritrovamenti, è attribuibile anche ai marinai spagnoli. Resta il fatto che, chi prima chi dopo, i marinai di tutto il mondo hanno ceduto alla credenza che tale tattoo potesse essere di buon auspicio per la navigazione in acque insidiose, potesse dare loro protezione e guidarli verso la loro destinazione e poi di nuovo a casa. – See more at: http://www.tatuatori.info/blog/articoli/significato-dei-tatuaggi-la-rosa-dei-venti#sthash.RSQtEW4p.dpuf

origini di questo tattoo si attribuiscono alla storia irlandese, ma non con estrema certezza dato che, dopo alcuni ritrovamenti, è attribuibile anche ai marinai spagnoli. Resta il fatto che, chi prima chi dopo, i marinai di tutto il mondo hanno ceduto alla credenza che tale tattoo potesse essere di buon auspicio per la navigazione in acque insidiose, potesse dare loro protezione e guidarli verso la loro destinazione e poi di nuovo a casa. – See more at: http://www.tatuatori.info/blog/articoli/significato-dei-tatuaggi-la-rosa-dei-venti#sthash.RSQtEW4p.dpuf

origini di questo tattoo si attribuiscono alla storia irlandese, ma non con estrema certezza dato che, dopo alcuni ritrovamenti, è attribuibile anche ai marinai spagnoli. Resta il fatto che, chi prima chi dopo, i marinai di tutto il mondo hanno ceduto alla credenza che tale tattoo potesse essere di buon auspicio per la navigazione in acque insidiose, potesse dare loro protezione e guidarli verso la loro destinazione e poi di nuovo a casa. – See more at: http://www.tatuatori.info/blog/articoli/significato-dei-tatuaggi-la-rosa-dei-venti#sthash.RSQtEW4p.dpuf