La legge del tubino nero

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

Donne di tutto il mondo, mi rivolgo a voi, quante volte avete detto le fatidiche parole: “Aiuto, non so cosa mettermi?”. E voi uomini, quante volte le avete udite dire queste parole, mentre increduli guardavate l’armadio pieno zeppo di vestiti e scarpe in cui voi sicuramente non avreste faticato ad arraffare la prima maglietta ed  il primo paio di jeans anche spiegazzato ed in cui invece la vostra donna non riusciva proprio a vedere ‘niente’?

Milioni di abbinamenti, ci pare di essere sempre vestite uguali e poi invece con tutti questi colori e stili differenti non si sa come abbinare i vari capi… bisogna ammettere che non è semplice inquadrare a colpo d’occhio la mise perfetta per una serata importante, ed in certi casi pare difficilissimo anche trovare una semplice maglietta che oggi ci faccia sentire bene e bella!

In ogni caso però in nostro soccorso viene il tubino nero.

Ebbene sì, avete capito bene: il TUBINO NERO.

Sapete, quel meraviglioso vestitino solitamente senza maniche, rigorosamente nero, inventato da Coco Chanel col nome di Petite robe noire nel 1926 ed ancora oggi un’istituzi0ne. Sì, proprio quello che tutti ricordiamo addosso ad una mozzafiato Audrey Hepburn firmato Givenchy in Colazione da Tiffany.

tubino-nero-di-audrey-hepburn-in-colazione-da-tiffany

Sto proprio parlando di quell’evergreen, tagliato ad impero, classico, stretto in vita, lungo, corto… aiuto, adesso mi perdo! Dicevamo: quell’evergreen che non ci lascia mai a piedi e ci fa sempre sembrare eleganti ma frizzanti, sdrammatizza e ci da un tocco di mistero e ci rende così affascinanti…!

carrellata-tubini

Sono una lacrima in mezzo al mare? Pare di no, secondo un sondaggio della rivista inglese Daily Mail il 75% delle donne intervistate considera il tubino il capo d’abbigliamento più importante nella storia dell’abbigliamento, davanti ai jeans ed al wonderbra. Mica male, eh! Intenditrici 😉

barbie-tubino_784x0