Qualche curiosità sul Giappone

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

Certo che in Giappone ci sono usanze molto particolari… andiamone a vedere qualcuna oggi, perchè si da il caso che nel mentre state leggendo questo articolo, io sono proprio lì. Poverina, eh? 😉

In Giappone non è possibile fumare all’aperto, esistono delle apposite zone dedicate ai tabagisti. E fin qui tutto normale.
La cosa più strana è che nella maggior parte dei locali, anche ristoranti, è consentito fumare.

Il gabinetto giapponese meriterebbe un capitolo a parte. Questi wc sono conosciuti in tutto il mondo per le carattteristiche che li rendono unici. Le tavolette sono riscaldate, mentre sul lato della tazza noterete numerosi tasti, tranquilli non è una navicella spaziale, ma un “semplice” wc. Eccovi una breve descrizione dei pulsanti.
Rosso: tasto di stop utilizzabile per ciascuna delle funzioni successive
Blu: funzione spray
Viola: funzione bidet (getto d’acqua)
Verde: funzione colonna sonora (per coprire eventuali rumori)
Nero: scelta dei “Jingle musicali”

Passeggiando per le strade delle grandi o piccole città potrete notare una cosa alquanto bizzarra, i cittadini, in modo particolare le donne, sono soliti indossare scarpe molto più grandi del loro piedi. Le spiegazioni sono le più varie. Secondo alcuni esistono solo 3 misure (M-L-XL), secondo altri i piedi dei giapponesi sono troppo piccoli per poter calzare scarpe con misurazione occidentale. La spiegazione vera non la conosciamo, ma è comunque affascinante stare seduti a guardare come una donna in carriera possa poter perdere le calzature da un momento all’altro, sempre se non si ha niente di meglio da fare.

Nelle stazioni, troverete gli “oshiya”, gli addetti delle ferrovie che “aiutano” le persone a entrare nei treni quando questi sono pieni. I giapponesi, si sa, sono timidi e non amano essere scortesi, quindi ci pensano i professionisti, con tanto di guanti bianchi, a fare in modo che le persone non arrivino in ritardo a lavoro.
Gli hotel a tariffa oraria sono spesso frequentati da coppie regolarmente sposate. Gli appartamenti giapponesi sono molto piccoli e con i bambini per casa, mamma e papà non riescono a trovare una certa intimità. Così, per una sera, lasciano i figli a casa con la baby-sitter e si recano in questi fastosi hotel, camere ovattate, letti semovibili, musica in sottofondo, champagne e… finalmente soli!
E ancora, da noi ci si traveste da personaggi dei fumetti solo in determinate occasioni, come i festival creati appositamente che spesso celebrano i manga giapponesi, ma in Giappone è normale trovare gente ovunque travestita da Sailor Moon o altri protagonisti dei fumetti. E’ il fenomeno dei Cosplay, tanto che a Tokyo e in altre grandi città ci sono centri commerciali appositi che vendono i costumi.
Wako Cosplay
Al mio ritorno vi dirò come mi sono trovata con queste inusuali usanze… non vedo l’ora! 🙂

1 thought on “Qualche curiosità sul Giappone”

  1. E mi raccomando, mai soffiarsi il naso che è maleducazione!

I commenti sono chiusi.