Il sapore del pane come una volta: come fare la Pasta Madre da zero

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

Vi avevo promesso di parlarvi della pasta madre, e quindi eccoci qua.

Innanzitutto, presentiamola! A cosa ci serve la pasta madre? A fare il pane, la pizza, delle torte… tutto rigorosamente fatto in casa, tutto rigorosamente sano e naturale.

Il pane realizzato con pasta madre non ha il caratteristico sapore di lievito chimico, si mantiene per molto più tempo, è più digeribile e ha molti lieviti naturali ottimi per l’organismo.  E così le focacce, pizze, grissini, panettoni, pandori, brioss, tigelli, piadine, torte, biscotti… il risultato sarà tale e quale al lievito chimico, anzi: meglio!

Attenzione però! Non confondiamo però gli impasti con lievito chimico, per la pasta madre ci sono ricette apposite.

 

Ecco come partire da zero!

Ingredienti:

– 200 gr farina

– 100 ml di acqua tiepida

– 1 cucchiaio di olio d’oliva

– 1 cucchiaio di miele/altro dolcificante naturale

Procedimento:

Unire il tutto e mescolare bene.

Lasciar riposare a temperatura ambiente per 48 ore coperto da un panno.

Passate le 48 ore, potrete traferirla in frigorifero. E’ ottimale un recipiente in vetro con il tappo.

E da quel momento, ogni due tre giorni dovete rinfrescarla.

Cosa vuol dire rinfrescare?

Si pesa la pasta madre, e si prende lo stesso peso di farina e metà peso di acqua tiepida.

Per esempio:  100 gr pasta madre, 100 gr farina, 50 gr acqua.

Si fà sciogliere la pasta madre nell’acqua tiepida, poi si aggiunge la farina.

L’operazione va ripetuta ogni 5/7 giorni.

Dopo alcune settimane di rinfreschi ogni due tre giorni,  avrete a tutti gli effetti un lievito madre, che potrete utilizzare per ogni vostra idea.

Nel frattempo a causa dei continui rinfreschi avrete moltissimo impasto che potrete utilizzare per la realizzazione di piadine e dolcetti. Basta un pò di fantasia!

E’ possibile fare la pasta madre anche partendo da un impasto di sola acqua e farina, con dosi: 50gr farina/ 30 ml di acqua tiepida.

Il procedimento è lo stesso ed è parimenti valido, ci metterete soltanto un pochino di più per ottenere il vostro lievito!

Soddisfatti? Ora sbizzarritevi con nuovo portentoso ritrovato della natura, vi assicuro che ne vale la pena! 😉

1 thought on “Il sapore del pane come una volta: come fare la Pasta Madre da zero”

I commenti sono chiusi.